Home » Novecento » Pagina 2

Novecento

| downton Abbey |

Gli anni sono praticamente gli stessi rispetto a Peaky Blinders, ma il punto di vista è completamente diverso. Qui non si vedrà sangue, armi, lamette che escono dal cappello e sesso. Downton Abbey vive di cene eleganti, ville opulente, perle e alta borghesia. Se qualcosa va male, gli abitanti di Downton Abbey non possono prendersi a cazzotti a vicenda. È tutta una mediazione, un compromesso. Si soffre in silenzio, si rimane stoici. E si fa il possibile per il benessere altrui, anche a costo di sacrificare la propria felicità.

mediacritica_downtown_abbey-650x250.jpg

L’elemento interessante di questa serie è che le vicende raccontate si svolgono letteralmente su due piani. A quello superiore c’è l’aristocratica famiglia Crawley, che all’inizio della serie deve affrontare la perdita del cugino James e di suo figlio Patrick, affondati insieme al Titanic. Loro sarebbero stati gli eredi della tenuta di Grantham, ed ora che non ci sono più, tutti i diritti passeranno al cugino Matthew, giovane avvocato di Manchester che -orrore- per mantenersi è costretto a lavorare come avvocato, e non ha la minima intenzione di adeguarsi alla vita del resto della famiglia. Al piano inferiore invece troviamo i domestici, uomini e donne con il loro carico di lavoro e problemi, intimamente legati sia alle sorti della tenuta, sia ai loro padroni, con i quali hanno un idealizzato rapporto di vicinanza emotiva.

Vi consiglio la serie se amate:

PicsArt_05-15-07.36.57.png
I drammi in costume
tumblr_mvcodvG8ZV1sqr5h5o1_500.gif
Maggie Smith
PicsArt_05-15-07.37.49
Gli intrighi di corte. Lui è Robert James-Collier e interpreta la Messalina di Downton Abbey, ovvero Thomas Barrow.

L’appuntamento è per domenica prossima con l’Ottocento! Fatemi sapere cosa ne pensate, se avete visto queste serie e se amate Tom Hardy tanto quanto lo amo io.

 

Ale

Rispondi

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: